Duomo Nuovo


Una delle grandi meraviglie della città

Il Duomo nuovo, dedicato a Santa Maria Assunta, è la chiesa principale di Brescia situata tra il Broletto e il Duomo Vecchio, in piazza Paolo VI; al fine di permettere la sua realizzazione, venne demolita la Basilica paleocristiana di San Pietro de Dom risalente al V-VI secolo.
La prima pietra venne posata nel 1604 e il progetto iniziale fu quello di Giovanni Battista Lantana; la costruzione proseguì con lentezza, tant’è che solamente nel 1825 venne completata la cupola, per opera di Rodolfo Vantini, su progetto di Luigi Gagnola (la stessa fu ricostruita nel secondo dopoguerra in seguito ad un bombardamento che la danneggiò).
Il Duomo è impostato su una pianta a croce greca,  sormontata al centro dalla grande cupola che lo rende ancor più maestoso; è questa la terza cupola d’Italia per altezza, dopo quella di S.Pietro a Roma e quella di S. Maria del Fiore a Firenze: da terra alla lanterna si misurano 91 metri.

Costruzione

La realizzazione di questa grandiosa cattedrale si è protratta per oltre duecento anni proprio a causa del complesso corso dei lavori e delle continue modifiche del progetto iniziale per renderlo conforme alle richieste del clero. In virtù di questo sviluppo articolato nel tempo si individua l’unione tra lo stile barocco, appartenente al principio della costruzione, e l’influenza dello stile neoclassico con cui venne terminata. Nonostante, o forse grazie a questa lunga e composita realizzazione, complessivamente il risultato è una struttura omogenea, maestosa e proporzionata.
L’imponente facciata in marmo di Botticino si apre sulla piazza Paolo VI ed è suddivisa in due ordini, che culminano con un frontone triangolare su cui si trova lo stemma della città, coronato dalle statue della Vergine Assunta e dei santi Pietro, Paolo, Giacomo e Giovanni.
Al suo interno sono numerose le opere d’arte da ammirare, sia pittoriche che scultoree, alcune delle quali provengono dal vicino Duomo Vecchio.

Dove si trova il Duomo di Brescia:

Rispondi